Norske Folkeeventyr

Norske Folkeeventyr è una collezione di favole e leggende norvegesi realizzata da Peter Christen Asbjørnsen e Jørgen Moe. È conosciuta anche semplicemente come Asbjørnsen e Moe dal nome dei curatori.

Asbjørnsen og Moes Norske folke- og huldreeventyr. Andet oplag fra 1896 (første opplag kom i 1879). Gyldendalske Boghandels Forlag, Kjøbenhavn

Asbjørnsen og Moes Norske folke- og huldreeventyr. Andet oplag fra 1896 (første opplag kom i 1879). Gyldendalske Boghandels Forlag, Kjøbenhavn

Asbjørnsen era un insegnate e Moe un ministro; erano amici da quindici anni quando nel 1841 pubblicarono il primo volume di racconti – la collezione che era stata di loro interesse per diversi anni -. La popolarità dell’opera può essere dovuta al fatto che la Norvegia avesse appena conquistato l’indipendenza, e quindi per l’onda di nazionalismo che avvolse il paese nel XIX secolo. Gli autori consideravano le storie dei resti dell’antica mitologia norrena, e del periodo di grandezza norvegese prima dell’unione alla Danimarca.
La lingua scritta utilizzata all’epoca in Norvegia era il danese. Asbjørnsen e Moe credevano che il danese si adattasse veramente poco al racconto di favole che avevano radici in un’unica tradizione norvegese, e le cui fonti erano i dialetti locali, che erano ancora più conservativi di quanto lo siano oggi. Essi risolsero il problema applicando i principi dei fratelli Grimm: utilizzarono uno stile linguistico semplice al posto dei dialetti, pur mantenendo la forma originale delle storie. La lingua delle favole era formata però da numerose parole dei dialetti norvegesi, il che aiutò a creare un ibrido di antico danese e dialetti norvegesi orientali in particolare, una variante di linguaggio che si sviluppò stadio dopo stadio diventando quello che oggi è il norvegese bokmål, o “lingua del libro”. Tra il tardo 1800 ed il 1900 il bokmål divenne sempre “meno danese” grazie alle riforme linguistiche, ed il linguaggio utilizzato nelle favole da Asbjørnsen e Moe era conforme. Il loro linguaggio è stato reso più moderno, e molte di queste favole sono state pubblicate da Det Norske Samlaget nel 1995 in “nuovo norvegese”, il norvegese più distinto tra le due varianti ufficiali del norvegese scritto, e in molti casi la forma linguistica è proprio quella che è più simile alle favole così come furono registrate da Asbjørnsen e Moe.

Le favole di Asbjørnsen e Moe furono pubblicate la prima volta in piccoli pamphlet. Successivamente furono pubblicate di nuovo in una raccolta nel 1845 e un’altra nel 1848. Nel 1870 venne pubblicata la raccolta che conosciamo oggi, e da allora ne è stata mantenuta la forma linguistica originaria.
Successive edizioni dell’opera vennero illustrate dagli artisti norvegesi Erik Werenskiold, Theodor Kittelsen, Otto Sinding ed altri.

Le favole vennero tradotte in inglese da Sir George Webbe Dasent. La sua prima versione della raccolta fu intitolata Popular Tales from the Norse (1859). Nelle edizioni successive vennero aggiunte almeno altre tredici favole. Tuttavia, alcune favole aggiunte nell’ultima edizione di Asbjørnsen e Moe non furono tradotte da Dasent.

Asbjørnsen e Moe ovviamente approvarono le traduzioni di Dasent: “In Francia ed in Inghilterra sono apparse delle raccolte in cui le nostre favole sono state non solo tradotte correttamente e senza alcun errore, ma persino rese con verità esemplare e anzi con cura, con maestria. La traduzione in inglese, di George Webbe Dasent, è la resa migliore e più felice”.

Di seguito l’elenco delle favole, come catalogate da Wikipedia:

This entry was posted in anthropology, fairy tales, folklore, history & the past, literature, north, translation. Bookmark the permalink.

One Response to Norske Folkeeventyr

  1. Lotje says:

    bello, la coperta del libro. Vado a vedere se ce l’hanno qui in biblioteca

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s