Monthly Archives: May 2008

Una dichiarazione di poetica

“Una problematica della forma poetica è stata per me sempre connessa a quella più strettamente musicale, e non ho mai in realtà scisso le due discipline, considerando la sillaba non solo come un nesso ortografico ma anche come suono, e … Continue reading

Posted in literature, myself, poetry | Tagged , , , , , , , , | 1 Comment

Sul massimalismo della letteratura italiana contemporanea

“Ripropongo qui un testo che avevo pubblicato qualche anno fa su Carmilla. Si tratta di un saggio critico: l’unico che io abbia mai scritto in vita mia. Fu steso nel 1999, pensando principalmente a Tommaso Pincio, Valerio Evangelisti e gli … Continue reading

Posted in anthropology, literature, poetry | Tagged , , , , , , , , | Leave a comment

L’ebbrezza artificiale nella poesia

Si parlava di poeti. E chi ha commentato, qui, mi ha fatto venire in mente un passo tratto da Il Dio dell’ebbrezza di Elemire Zolla in cui si sottolinea, mettiamola così, una certa similitudine tra i “grandi”, in particolar modo poeti. … Continue reading

Posted in anthropology, history & the past, literature, poetry | Tagged , , , , , , , , , | 2 Comments

Piacere, sono un poeta

Chiunque, per fortuna o per disgrazia, abbia spesso a che fare con i molti che scrivono versi, si imbatte di frequente in persone che non hanno la minima reticenza a definirsi poeti. Buonasera, lo sa che anch’io sono un poeta; … Continue reading

Posted in poetry | Tagged , | 3 Comments

Perché scrivo

Diverse pubblicazioni, in tutte le grandi tradizioni letterarie nazionali, riuniscono interviste con scrittori nelle quali è presente questa domanda così impalpabile e misteriosa: Perché scrivi? Nell’ultima edizione speciale della sezione Dicas della rivista Sagarana vengono presentate alcune delle risposte più … Continue reading

Posted in literature | Tagged , | 6 Comments

Sprich auch du

Sprich auch du, sprich als letzter, sag deinen Spruch. Sprich – Doch schneide das Nein nicht vom Ja. Gib deinem Spruch auch den Sinn: gib ihm den Schatten. Gib ihm Schatten genug, gib ihm so viel, als du um dich … Continue reading

Posted in myself, poetry | Tagged , , , , , , | Leave a comment

Autonomia

Alla base dello sconvolgimento a cui ha portato il pensiero dell’illuminismo si trova un doppio movimento, negativo e positivo, di liberazione rispetto alle norme imposte dall’esterno e di costruzione di nuove norme, scelte da noi stessi. Il buon cittadino, scrive … Continue reading

Posted in anthropology, history & the past | Tagged , , , , , | Leave a comment

Il Meme

Nuovi nomi per la catena di Sant’Antonio. Il Meme. Sembra una malattia esotica, dice Maeba Sciutti, cui però garba e, essendo stata gentilmente nominata, dopo aver partecipato l’ha attaccata come un virus a me, oltre che ad altri “poveri” web-nauti. … Continue reading

Posted in stuff | Tagged , , , | 1 Comment

L’impasto

Bisogna vedere l’essere interiore mentre combatte la concupiscenza. Quale fornaio immerse mai mani così enormi nella sua madia? Quale fornaio s’è mai visto tanto oppresso dalla montagna mobile, lievitante, pericolante dell’impasto? Un impasto che sale al soffitto e lo farà … Continue reading

Posted in anthropology, literature, poetry | Tagged , , , , , , , , | Leave a comment

Dans les bras d’un enfant – Lio

Dans les bras d’un enfant sous les toits de Ménilmontant je dormais comme une reine je l’ai laissé porter ma peine comme j’étais bien ne le dîtes à personne mais c’est vrai, j’étais bien comme dans les bras d’un homme … Continue reading

Posted in myself | Tagged , | Leave a comment